Come iniziare

La ginnastica per bambini.

 I consigli di valutazione dei diversi aspetti nella scelta dello sport da praticare:

1) Gli interessi del bambino/a: se  vostro figlio è molto attivo, ama ballare e fa delle acrobazie da testa propria, far iniziare uno sport ginnico riporterà la calma nella vostra casa e aiuterà vostro figlio a sviluppare tutte le sue capacità nascoste;

2) La salute: è importante ricordare che tutti gli sport anche a livello amatoriale sono tuttavia attività che richiedono buono stato di salute, ed è obbligatorio accertare in modo approfondito la salute del proprio figlio prima di iniziare un'attività sportiva;

3) Per Lui o per Lei?  Gli sport ginnici possono essere maschili e femminili come la ginnastica artistica,o strettamente femminili come la ginnastica ritmica, o misti come aerobica e acrobatica;

4)  La corporatura: è uno dei caratteri fondamentali in diversi sport ginnici. Negli sport come ginnastica artistica si è avvantaggiati con una corporatura medio-bassa, così come nell'acrobatica e nel trampolino elastico. Negli sport dove si punta maggiormente sul valore estetico, come la ginnastica ritmica molto spesso si preferiscono le ginnaste di statura medio-alta, e comunque in questo sport prevale la snellezza e la flessibilità corporea.

5) La disciplina ha importanza fondamentale in qualsiasi attività agonistica o amatoriale, è importante che i bambini imparino a comportarsi in modo adeguato con gli impegni presi, mentre i genitori devono rispettare gli interessi del proprio figlio e non interferire con il processo educativo svolto dagli allenatori.

6) Lo stato emotivo: quando si inizia un'attività nuova è importante che il vostro figlio abbia l'entusiasmo di continuare l'attività da voi scelta: se non è così siete in tempo a cercare qualcosa di più adatto per lui/lei. Esiste anche il caso contrario dove i bambini vengono portati a fare la prova in una palestra che è stata scartata ancora prima di vedere la reazione del bambino/a stesso. In questo caso spesso succede che, nonostante l'entusiasmo e la gioia dell'aspirante ginnasta, i genitori non vogliono intraprendere questa avventura. Questo non sarà di certo un'esperienza positiva per vostro figlio/a, quindi si consiglia di valutare la propria intenzione prima di proporla ad un bambino/a.

7) Il sostegno: una volta che avete scelto lo sport più adatto, è necessario sostenere il bambino/a nelle sue attività: cercare di far parte di questa sfera dialogando e condividendo le emozioni vissute da lui/lei. Anche in questo caso bisogna essere presenti, ma non troppo: questo stimolerà vostro figlio/a a diventare maturo e autosufficiente in modo da poter affrontare gli impegni sportivi e quelli scolastici contemporaneamente.

News




Newsletter di IoGinnasta


  • E-Mail: