Ginnastica ritmica maschile e i suoi due movimenti contrapposti

21/01/2015
Autore: Darina Yarish 
Ginnastica ritmica maschile e i suoi due movimenti contrapposti

Il mondo della ginnastica ritmica maschile è poco conosciuto in Italia, e probabilmente in pochi sanno l’attuale contrasto tra due sport differenti che entrambi pretendono di chiamarsi la ginnastica ritmica maschile.

Da una parte abbiamo ginnastica ritmica maschile praticata in Giappone e ultimamente anche in alcuni altri paesi come la Russia, il Canada e gli USA. La ginnastica ritmica maschile in questo caso è uno sport prevalentemente acrobatico che rispecchia le qualità fisiche e di destrezza di un samurai.

Gli attrezzi della ginnastica ritmica maschile si differenziano dagli attrezzi della RG femminile e sono:
- il bastone ginnico al posto del nastro;
- le clavette più grandi e più pesanti di quelle femminili;
- due cerchi di un diametro inferiore;
- la fune.

Ginnastica ritmica maschile esercizio individuale

Ginnastica ritmica maschile esercizio a squadra

Gli atleti gareggiano anche in squadra negli esercizi a corpo libero, le variazioni sono altamente coreografiche ed acrobatiche, a primo sguardo questo sport sembra una perfetta unione della ginnastica ritmica, acrobatica e la ginnastica artistica.

I primi campionati del mondo si sono svolti nel 1985 a Tokio, in Giappone è uno sport molto praticato anche a livello universitario e le gare si svolgono regolarmente ogni anno.

Dall’altra parte abbiamo la ginnastica ritmica praticata dagli uomini in Europa prevalentemente in Spagna che non si differenzia assolutamente per niente dalla ginnastica ritmica che conosciamo. Questa corrente della ginnastica ritmica rispecchia le qualità di un ballerino di danza classica. In alcuni tornei internazionali come Miss Valentine Cup negli ultimi anni sono stati presenti dei ginnasti che si sono esibiti con alcuni esercizi.

Ginnastica ritmica maschile in Spagna

Il problema che è posto negli ultimi anni davanti alla FIG è:  quale ginnastica ritmica maschile è quella più giusta per essere riconosciuta? Per ora entrambe le correnti non sono riconosciute ufficialmente dalla Federazione Internazionale di Ginnastica, anche se in Giappone hanno creato una loro federazione autonoma che gestisce il campionato del mondo e la promozione di questo sport.

Probabilmente questo conflitto durerà ancora a lungo visto che, per quanto riguarda lo stile Giapponese, si tratta di uno sport estremamente complicato che perfettamente rispecchia le tradizioni orientali, e ha diritto pieno di esistere. Dall’altra parte la ginnastica ritmica praticata in Spagna rispecchia i valori occidentali che riguardano la parità dei sessi e in Unione Europea nessuno metterebbe in discussione il fatto che un maschietto può fare uno sport che fino a ieri era considerato unicamente femminile. 

Queste due correnti sportive sono molto diverse, ma entrambe uniche e hanno diritto di essere praticate:  forse l’unica soluzione é trovare un compromesso nel nome da attribuire a queste discipline, cosicché entrambe possano esistere senza essere in conflitto tra di loro.




Newsletter di IoGinnasta


  • E-Mail: